null Ultime notizie in merito al "coronavirus" - aggiornamento del 1 marzo 2020
01 marzo 2020

Ultime notizie in merito al "coronavirus" - aggiornamento del 1 marzo 2020

Ultime notizie in merito al "coronavirus" - aggiornamento del 1 marzo 2020

Alla luce dei casi che sia sono verificati nella nostra regione, il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha chiesto al Governo la chiusura delle scuole e delle università da domani, in continuità con quanto già previsto per questa settimana. 

Pertanto le attività didattiche in Friuli Venezia Giulia sono sospese per ulteriori sette giorni (fino al 8 marzo 2020), ivi compresi i servizi educativi dell’infanzia.

Il provvedimento sarà esecutivo dalla mezzanotte di oggi (01.03.2020) e rimarrà in vigore fino alle 24 di domenica 8 marzo.


Nuove disposizioni a seguito del DPCM del 25 febbraio 2020.

E’ consentito lo svolgimento – esclusivamente in assenza di pubblico – di sedute di allenamento, eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, sia in luoghi pubblici che privati. Dette prescrizioni hanno effetto sino al 1 marzo 2020. Resta ferma ogni altra indicazione contenuta nel comunicato diramato in data 24 febbraio 2020.

"Pur continuando a nutrire forti perplessità in ordine alla trattazione difforme di situazioni (quantomeno apparentemente) uguali, perplessità personale che ho illustrato ai rappresentanti delle associazioni sportive del territorio, non posso che attenermi alle nuove e ulteriori prescrizioni previste dagli organismi superiori, e nella fattispecie dal Presidente del Consiglio dei Ministri con il decreto citato."
Comunicazione del Sindaco Jessica Canton - 26.02.2020


Si conferma quanto comunicato precedentemente:

  • è sospesa la frequenza dell'attività didattica per le scuole dell'infanzia, primarie e secondaria di primo grado;
  • il mercato del giovedì si terrà regolarmente;
  • pubblici esercizi, attività commerciali e produttive potranno proseguire nell'attività ordinaria; 
  • la Biblioteca Comunale rimane chiusa fino al 1 marzo 2020. 
Chi presenta sintomi influenzali come febbre, raffreddore, mal di gola e tosse o ha frequentato persone e luoghi sospetti, può chiamare il numero unico di emergenza 112. Un infermiere vi assisterà telefonicamente e vi potrà dare tutti i chiarimenti del caso.