null Comunicato sulle scuole
26 aprile 2021

Comunicato sulle scuole

Sono stati pubblicati i bandi per le gare d’appalto per i lavori di miglioramento antisismico della scuola primaria di Cimpello e per il secondo lotto, demolizione e ricostruzione, della scuola secondaria di Fiume Veneto.

“Il plesso che ospita la scuola primaria di Cimpello - dichiara il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Roberto Corai - sarà oggetto di profondi lavori che permetteranno alla comunità di poter disporre di un edificio ristrutturato, rinforzato e con un alto indice di vulnerabilità antisismico. Nel 2018 una prima ipotesi preliminare prevedeva un intervento parziale. Con la nostra amministrazione si è voluto, invece, un intervento di messa in sicurezza antisismico a copertura di tutto il plesso, a cui abbiamo anche affiancato il rifacimento dei servizi igienici e l’efficientamento energetico già eseguito la scorsa estate. L’investimento complessivo è così passato da € 200.000 a € 655.000 che, grazie a un raffinato lavoro di ricerca di contributi, è stato coperto per € 540.000 con fondi regionali e € 115.000 con risorse del bilancio comunale. I lavori principali partiranno subito dopo la chiusura dell’anno scolastico e dureranno fino a fine 2021. Un secondo step è previsto durante la pausa estiva del 2022.

Sempre la settimana scorsa – aggiunge Corai - è stato pubblicato il bando per la demolizione e ricostruzione della prima ala della scuola secondaria di Fiume Veneto. Verrà abbattuta la porzione dell’attuale edificio rivolta verso la casa dello studente e realizzato il primo nucleo di 6 aule. Il nuovo plesso sarà realizzato in lotti consecutivi, con una tecnologia costruttiva biocompatibile, con pannelli prefabbricati in legno di abete (derivante da coltivazioni reimpiantate), con finitura esterna in intonaco ai silicati con trattamento fotocatalitico. Il progetto prevede un edificio a consumo energetico quasi pari a zero (NZEB, acronimo di Nearly Zero Energy Building) minimizzando i consumi e l’impatto nocivo sull'ambiente. L’investimento, pari a € 1.492.000 coperti per € 950.000 con contributo del Ministero dell’Istruzione, prevede l’avvio dei lavori dopo il termine dell’anno scolastico e una durata di cantiere di circa un anno ed è stato pianificato in modo da non arrecare particolari disagi all’attività scolastica.”