null Estinzione anticipata alcuni mutui con la Cassa Depositi e Prestiti
29 settembre 2020

Estinzione anticipata alcuni mutui con la Cassa Depositi e Prestiti

Il Consiglio Comunale del 28 settembre 2020, su proposta dell’assessore al bilancio Michele Cieol, ha approvato un’operazione di estinzione anticipata di alcuni mutui che il Comune di Fiume Veneto ha contratto nel 2011 con la Cassa Depositi e Prestiti.

I prestiti oggetto dell’estinzione anticipata sono due: il mutuo pari a € 500.000 acceso per la sistemazione della piazza del capoluogo VI lotto e quello per la sistemazione di via Battini per € 350.000. Entrambi sono stati contratti nel 2011 con una durata ventennale, un tasso fisso di interesse di oltre il 7%.

“Abbiamo colto l’opportunità – dichiara l’assessore al bilancio Michele Cieol - di procedere con un ulteriore intervento straordinario sull’indebitamento del comune, che avrà anche il riflesso positivo di alleggerire il peso delle rate annuali di circa € 80.000.

L’operazione si è resa particolarmente conveniente grazie all’assegnazione a Fiume Veneto, da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, di un contributo a fondo perduto di € 227.593, che andrà a coprire quasi interamente gli oneri corrispondenti agli indennizzi e alla quota interessi residua previsti fino alla scadenza del 2031. Rimane a carico delle casse comunali il rimborso della quota capitale pari a € 604.994.

Al 1° gennaio 2021 il debito residuo complessivo ancora da rimborsare scenderà sotto i 10 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto al picco di quasi 22 milioni di euro raggiunto nel 2012. Nei primi due anni del mandato dell’amministrazione Canton, il debito è stato ridotto di oltre il 25%, permettendo per il prossimo futuro  maggiori flessibilità e possibilità per l’amministrazione di poter proseguire con interventi di contenimento della pressione fiscale o nel valutare nuovi investimenti o nuovi servizi necessari alla comunità.”