Servizio refezione scolastica

La refezione scolastica è un servizio a domanda individuale finalizzato a favorire l'adempimento dell'obbligo scolastico e a facilitare la frequenza dei cittadini del sistema scolastico e formativo indipendentemente dalle condizioni economiche, familiari, sociali, psicofisiche e dalle convinzioni religiose.

Al pari di altri momenti della giornata scolastica il tempo mensa ha finalità socio-educative nei confronti degli alunni e assicura il prolungamento dell'orario scolastico.

L'Amministrazione comunale si impegna affinché la corretta gestione mantenga alto il livello del servizio offerto e vengano promosse iniziative volte a sviluppare una corretta educazione alimentare.
 

CONTATTI E RIFERIMENTI

L’ufficio comunale competente è il Servizio Istruzione, che fa parte dell’Area Affari Generali, ed è ubicato nella sede municipale in Via C. Ricchieri, 1.

Contatti di riferimento sono Luigi Gubiani e Gaia Gini raggiungibili ai seguenti recapiti:

telefono 0434.562234-58

email: istruzione@comune.fiumeveneto.pn.it

SCUOLE PRIMARIE DI FIUME VENETO E CIMPELLO E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI FIUME VENETO

Il servizio mensa per le scuole Primarie di Fiume Veneto e Cimpello e per la Scuola Secondaria di primo grado di Fiume Veneto è stato dato in appalto alla ditta Ristorazione Ottavian Spa di San Vendemiano (TV).

ISCRIZIONE

Per usufruire del servizio è necessario iscriversi accedendo al servizio ON-LINE dal link sottostante.

Le iscrizioni saranno aperte dal 01 aprile al 31 maggio antecedente l'inizio dell'anno scolastico.

Si precisa che, ai sensi dell’art. 64, comma 3-bis del D.L. 82/2005, per l’accesso alla piattaforma è necessario essere dotati di credenziali SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale).

In caso di mancata iscrizione non potrà essere erogato il relativo servizio.

Per poter procedere con l’iscrizione al servizio mensa l’alunno dovrà essere in regola con il pagamento dei pasti consumati negli anni scolastici precedenti, in quanto non saranno accettate le iscrizioni da ragazzi che presentano un saldo negativo.

TARIFFA E PAGAMENTO

Il costo del pasto è di € 3,50.

Il pagamento dei pasti avviene a scalare dalla somma a credito che i genitori sono tenuti a versare tramite la piattaforma Dedalo.top dove, ad ogni pasto consumato, il gestionale informatico ne preleva il corrispettivo.

Nel momento in cui viene esaurito il credito, la piattaforma invia ogni 15 giorni un avviso, tramite SMS al numero indicato nell’area anagrafica al momento dell’iscrizione, fino al momento in cui il saldo torna ad essere positivo.

Nel caso in cui, a conclusione dell'anno scolastico, rimanga un credito residuo, questo viene mantenuto disponibile per l'a.s. successivo. Sarà possibile chiedere rimborso se l'alunno non usufruirà più del servizio in futuro e non ha fratelli e/o sorelle iscritti al medesimo servizio in classi scolastiche inferiori, a cui sia possibile trasferire il credito.

SEDI DI REFEZIONE

Per la scuola Primaria di Fiume Veneto il servizio si svolge presso la mensa interna al plesso scolastico.

Per la scuola Primaria di Cimpello il servizio si svolge presso il centro sociale di Cimpello (ex latteria) in Piazza San Tommaso.

Per la Scuola Secondaria di primo grado di Fiume Veneto il servizio si svolge presso la Casa dello Studente in via San Francesco n. 37.

ALLERGIE/INTOLLERANZE ALIMENTARI E DIETE ETICHE

In caso di particolari intolleranze alimentari o di particolari diete per motivi etico-religiosi, l’opzione per la preparazione di pietanze alternative dovrà essere indicata al momento dell’iscrizione on-line e dovrà essere presentato al Comune l’apposito modulo per la richiesta di dieta alternativa.

Per le intolleranze alimentari dovrà inoltre essere presentata al Comune la certificazione del pediatra.

DETRAZIONI FISCALI

In base alla normativa fiscale vigente è possibile detrarre le spese relative al servizio mensa usufruito.  A tal fine, l’utente potrà scaricare le ricevute di pagamento direttamente dalla piattaforma Dedalo.top. Si segnala che potrebbero intervenire delle variazioni in caso di modifica della normativa fiscale e/o di diverse indicazioni dell’Agenzia delle Entrate.   

SCUOLA PRIMARIA DI BANNIA

Il servizio mensa per la scuola primaria di Bannia è dato in concessione all’Associazione Scuola dell’Infanzia Maria Immacolata di Bannia.

ISCRIZIONE

Il servizio mensa, che costituisce tempo scuola, si considera richiesto da tutti gli alunni iscritti alla scuola primaria di Bannia, senza dover presentare apposita richiesta. Tuttavia qualora, chi ha la responsabilità dell’alunno (genitore, tutore ecc.) non intendesse fruire di detto servizio dovrà comunicarlo in forma scritta alla Scuola e dovrà provvedere direttamente al pasto attenendosi alle disposizioni della direzione didattica.

TARIFFA E PAGAMENTO

Il costo del pasto è di € 3,50.

Per poter usufruire del servizio l’utente dovrà acquistare i buoni mensa, che vengono venduti in blocchetti da dieci.  L’alunno dovrà quindi consegnare il buono mensa al personale incaricato dalla scuola ogniqualvolta è previsto il rientro pomeridiano.

I buoni mensa non utilizzati nell’anno di riferimento potranno essere usufruiti all’inizio dell’anno scolastico successivo, qualora non sia modificato il costo del pasto.

I buoni pasto si acquistano presso il plesso scolastico di Bannia (Piazza E. Fermi presso Scuola dell'Infanzia Maria Immacolata - 0434.959165 - segreteria@scuolainfanziabannia.it).

SEDE DI REFEZIONE

Il servizio si svolge presso la mensa interna al plesso scolastico.

DETRAZIONI FISCALI

In base alla normativa fiscale vigente è possibile detrarre le spese relative al servizio mensa usufruito.  A tal fine, l’utente dovrà conservare le ricevute di pagamento fornite dalla Scuola. Si segnala che potrebbero intervenire delle variazioni in caso di modifica della normativa fiscale e/o di diverse indicazioni dell’Agenzia delle Entrate.   

ALLERGIE/INTOLLERANZE ALIMENTARI E DIETE ETICHE

In caso di particolari intolleranze alimentari o di particolari diete per motivi etico-religiosi, è necessario darne comunicazione al Comune entro il 31 agosto antecedente l’inizio dell’anno scolastico presentando l’apposito modulo per la richiesta di dieta alternativa.

Per le intolleranze alimentari dovrà inoltre essere presentata al Comune la certificazione del pediatra.

Data di aggiornamento: 09.04.2021