Piano Operativo Nazionale - PON 2014 - 2020

Piano Operativo Nazionale - PON 2014 - 2020

Nel corso dell’anno 2017 è stata stipulata la Convenzione di sovvenzione tra la Direzione Generale per l’Inclusione e le Politiche Sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l’Unione Territoriale Intercomunale oggi Servizio Sociale dei Comuni “Sile e Meduna” che autorizza il trasferimento finanziario di 221.383,00 euro, nel triennio 2017/2019, per la realizzazione di interventi previsti nell’Asse 1 del PON "Inclusione", "Sostegno a persone in povertà e marginalità estrema – Regioni più sviluppate" e in particolare della azione 9.1.1 – "Supporto alla sperimentazione di una misura nazionale di inclusione attiva che prevede l’erogazione di un sussidio economico a nuclei familiari in condizioni di povertà condizionale alla adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativa attraverso il rafforzamento dei servizi di accompagnamento e delle misure di attivazione rivolte ai destinatari".

Il PON intende contribuire al processo finalizzato a definire i livelli minimi di alcune prestazioni sociali, affinché queste siano garantite in modo uniforme in tutte le regioni italiane, superando l'attuale disomogeneità territoriale.

Cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, la maggior parte delle risorse del PON sono destinate a supportare l'attuazione del Reddito di inclusione (REI) e precedentemente la misura di Sostegno per l'inclusione attiva (SIA). Il Programma inoltre sostiene la definizione e la sperimentazione, attraverso azioni di sistema e progetti pilota, di modelli per l'integrazione di persone a rischio di esclusione sociale, nonché la promozione di attività economiche in campo sociale, azioni volte a rafforzare la capacità amministrativa dei soggetti che sono coinvolti nell'attuazione del Programma e azioni volte a supportare l'Autorità di Gestione nell'attuazione del Programma.

Le risorse finanziarie del FSE consentono il rafforzamento della pianta organica del Servizio sociale dei Comuni “Sile e Meduna” SSC con l’assunzione (fino al 31/12/2019) di ulteriori assistenti sociali che intervengono nell'area dell'inclusione sociale e lavorativa, che si traduce nel sostegno:

  • Alle funzioni di segretariato sociale (es. con particolare riferimento alla funzione di pre-assessment);
  • Al servizio sociale professionale al fine di supportare la presa in carico del nucleo familiare (funzioni di Assessment);
  • Agli interventi di sostegno sociale professionale per l'accompagnamento del nucleo.

L'incremento della dotazione di personale del SSC rafforzerà i servizi di presa in carico dei nuclei familiari richiedenti la nuova misura nazionale Reddito di inclusione (REI) e la Misura attiva di sostegno al reddito (MIA) regionale, adottando in modo più efficace gli strumenti operativi a disposizione del Servizio e della Equipe Territoriale per l’occupabilità (ETO).

Data di aggiornamento: 21.01.2020